Profumi Imperya

Aggiornato il: lug 30

In questo nuovo articolo parliamo dei Profumi Imperya, uno dei prodotti che l'azienda offre.


Se non sai cos'è Imperya leggi questo articolo (https://www.lavorodigital.net/Imperya)






I Profumi Imperya, come gli altri prodotti dell'azienda, vengono distribuiti con il lavoro di promozione dei Collaboratori (Leggi: I Vantaggi dei Collaboratori).


Nel corso degli anni, il costo alto dei profumi di noti marchi ha dato origine ad un settore particolarmente florido: quello dei profumi equivalenti o dupe.


Molte aziende sono riuscite a produrre, con costi minimi, fragranze incredibilmente simili a quelle più costose e blasonate, con ovvi vantaggi per i consumatori.


I profumi Imperya sono creati e ispirati usando le stesse composizioni di fragranze come ad esempio: limone di Calabria, pepe rosa, bergamotto di Sicilia, legno cedro.


Alle volte succede anche che, i grandi marchi si ispirano alle fragranze formulate da queste piccole aziende, che producono quindi profumi unici.


Ma per quale motivo i Profumi Imperya hanno un costo così basso?


Come ti ho anticipato prima, Imperya distribuisce i prodotti tramite i collaboratori, con un metodo chiamato Network Marketing (articolo dedicato).


Questo metodo fa saltare tutti i costi della grande distribuzione, soprattutto quelli della pubblicità, passando direttamente dall'azienda al consumatore.


Secondo alcuni calcoli viene risparmiato circa il 70% che lo si riutilizza per:


- Pagare bene i collaboratori;

-Offrire sconti ai clienti;

-Usarli per aumentare la qualità di prodotti.


Per garantire appunto la qualità dei prodotti, Imperya ha varie certificazioni; per i profumi c'è IFRA (International Fragrance Association).


Questa azienda fondata nel 1973, è la voce della industria dei profumi in tutto il mondo. Promuove la sicurezza e le prestazioni dei prodotti del settore fragranze.


IFRA con codice di autoregolamentazione stabilisce quali siano le sostanze profumose buone e quelle meno (da non usare), stabilisce anche che tali sostanze debbano andare in un prodotto finito nella quantità minima dell'1% e massima del 20% del volume totale prodotto finito.


E' quindi uno standard a cui i profumieri aderenti si conformano. Ad esempio nel codice IFRA viene stabilita la massima quantità ammissibile di un determinato componente.



Spero che questo articolo ti sia stato utile :)




Se vuoi COLLABORARE con noi, iniziare un lavoro da casa contattami senza impegno qui:

Clicca qui--->https://www.lavorodigital.net/contatti






©2019 di Lavoro Digital.